servizi pubblici essenziali

Pubblicato in data 28 Novembre 2019 il Bando “Sostegno agli investimenti finalizzati all’introduzione, al miglioramento o all’espansione di servizi di base a livello locale comprese le attività culturali-ricreative e la relativa infrastruttura” (Sottomisura 19.2.7.4)


AMBITO TEMATICO: “Accesso ai Servizi Pubblici Essenziali”

BANDO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI
Sottomisura 19.2.7.4 – “Sostegno agli investimenti finalizzati all’introduzione, al miglioramento o all’espansione di servizi di base a livello locale comprese le attività culturali-ricreative e la relativa infrastruttura”

Da Lunedì 2 Dicembre 2019 fino a Lunedì 16 Marzo 2020 è possibile presentare le domande di sostegno a valere sul bando relativo alla SOTTOMISURA 7.4 – “Sostegno agli investimenti finalizzati all’introduzione, al miglioramento o all’espansione di servizi di base a livello locale comprese le attività culturali-ricreative e la relativa infrastruttura”.

Beneficiari: Unioni di Comuni, Comuni singoli e associati, enti pubblici. Il progetto deve interessare un’utenza sovracomunale e deve coinvolgere almeno due Comuni in area GAL.
Spesa ammissibile: min 10.000 euro; max 60.000 euro.
Contributo: in conto capitale pari al 60% della spesa ammessa.

La Misura 7 si propone di sostenere interventi finalizzati a realizzare le potenzialità di crescita delle zone rurali e a favorirne lo sviluppo sostenibile, in primo luogo incoraggiando lo sviluppo di servizi e infrastrutture atti a promuovere l’inclusione sociale e invertire le tendenze al declino socio-economico e allo spopolamento.

La Sottomisura 7.4 sostiene la realizzazione di servizi innovativi nell’ambito sociale e assistenziale che, con particolare riferimento alle fasce a rischio di disagio, promuovano reti di prossimità all’interno delle comunità territoriali e contribuiscano a mantenere la residenzialità nelle aree marginali, anche attraverso iniziative culturali e aggregative, il recupero delle tradizioni locali e la fruizione consapevole del territorio da parte della popolazione residente e non residente.


Le tipologie di interventi ammessi, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, sono le seguenti:
  • azioni volte a migliorare le conoscenze e le capacità delle persone per l’accesso e l’uso degli strumenti digitali;
  • servizi rivolti alle fasce deboli della popolazione (bambini, adolescenti, giovani, anziani, disabili), finalizzati a migliorare le occasioni di svolgere attività educative, ludico-ricreative e/o ricevere adeguato supporto assistenziale, servizi educativi (laboratori informatici, corsi di integrazione linguistica ecc.) con particolare attenzione ai servizi di utilità sociale a carattere innovativo (es. reti di prossimità, ecc.), servizi sociali e socio-sanitari compresi servizi alla persona (es. somministrazione pasti a domicilio, ecc.) e servizi rivolti alle fasce deboli (infanzia e terza età) (es. accompagnamento visite, ecc.);
  • forme innovative di fruizione dei servizi culturali (es. light communication, streaming, visite virtuali/innovative di risorse culturali) e servizi culturali (quali laboratori di Arti musicali, Arti sceniche o performative – ad es., teatro, danza, ecc. servizi innovativi all’interno dei musei, ecc.);
  • servizi culturali volti al recupero di tradizioni etnografiche, storiche, ecc. resi fruibili in maniera continuativa e stabile durante il corso dell’anno;
  • servizi per il tempo libero e gli sport (attività ludico/sportive) resi fruibili in maniera continuativa e stabile durante il corso dell’anno.

Alla domanda di sostegno, da presentare attraverso la sezione dedicata su Sistemapiemonte, dovrà essere allegato un dettagliato piano di manutenzione e gestione degli immobili e dei servizi oggetto degli interventi per i quali si richiede il contributo. Se il servizio erogato a seguito dell’investimento sarà affidato ad un soggetto terzo, dovrà essere allegata un’intesa scritta (accordo, convenzione e/o protocollo di intesa) tra il richiedente il contributo e il gestore del servizio. L’intesa dovrà descrivere dettagliatamente il piano di gestione sia dal punto di vista economico che operativo e dovrà vincolare le parti per un periodo della durata almeno pari al vincolo di destinazione d’uso (corrispondente a 5 anni) stabilito dal bando.

Ai sensi del Reg. UE n. 1303/2013 è necessario prestare particolare attenzione alle possibili “entrate nette”, ossia i flussi finanziari in entrata pagati direttamente dagli utenti per beni o servizi quali le tariffe per l’utilizzo dell’infrastruttura oggetto di intervento o i pagamenti per i servizi fruiti, detratti gli eventuali costi operativi. Le eventuali entrate nette non potranno essere superiori al 10% dell’investimento ammesso a finanziamento.


Importante

I soggetti gestori dei servizi attivati, qualora costituiti in forma imprenditoriale e se in possesso dei requisiti richiesti, potranno rientrare tra i beneficiari delle Operazioni 6.4.1 e 6.4.2 relative all’ambito tematico “Accesso ai servizi pubblici essenziali”.

Il Gal Laghi e Monti la Fondazione Comunitaria del VCO hanno sottoscritto un protocollo di intesa volto a coordinare le azioni di sostegno alla creazione e allo sviluppo di servizi essenziali (sociali e assistenziali, anche mediante l’erogazione di servizi culturali e turistici) da attivarsi sul territorio della Provincia del Verbano Cusio Ossola. Nell’ambito del protocollo, la Fondazione Comunitaria del VCO pubblicherà nel 2020 bandi in ambito culturale e sociale all’interno dei quali ci sarà particolare menzione al sostegno di iniziative che già si stanno concretizzando sul territorio; a questi bandi potranno partecipare, se in possesso dei requisiti richiesti, i beneficiari della Sottomisura 7.4 e i soggetti che hanno sottoscritto con essi una convenzione per la gestione dei servizi attivati.


Scarica il bando:

Download “Bando 7.4 - Servizi essenziali” GAL-LAGHI-E-MONTI_Bando-7.4_definitivo.pdf – Scaricato 30 volte – 387 KB

Allegati al bando e modulistica
(è possibile effettuare il dowload della documentazione anche su Sistemapiemonte)
OFFICE

PDF

Allegato 1 – RELAZIONE DI PROGETTO
Allegato 1A – CRONOPROGRAMMA DI PROGETTO
Allegato 1B – PIANO ECONOMICO DI PROGETTO

Allegato 2 – MODELLO DI DICHIARAZIONE DI ASSENSO DA PARTE DEL PROPRIETARIO

Allegato 3A – PIANO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DELL’OPERA E DEL SERVIZIO

(gestione diretta)

Allegato 3B – PIANO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DELL’OPERA E DEL SERVIZIO

(gestione in convenzione)

Allegato 4 – DICHIARAZIONE DI ASSENZA DI CUMULO CON ALTRI CONTRIBUTI PUBBLICI
Allegato 5 – SCHEMA DI RAFFRONTO DEI PREVENTIVI
SITO WEB
Check list per le procedure di gara per appalti pubblici di lavori, servizi e forniture

 

Fonti normative:

Leggi regionali in materia socio-assistenziale

Leggi regionali in materia culturale


Documentazione da presentare successivamente all’ammissione a finanziamento:

Domanda di pagamento anticipo: Modello di provvedimento Ente Pubblico costituzione garanzia

 

 

 

Condividi:

Ti potrebbe anche interessare